Cerca un mulino
News
13/11/2017
Incontro soci e simpatizzanti AIAMS Emilia Romagna
14/10/2017
Essicazione e macinatura castagne
23/11/2016
Novità editoriale AIAMS: "MULINI STORICI: Conoscenza e modi d'uso"

Archivio News


Eventi
Convegno Lamoli
Locandina Lamoli rid

06/05/2017  06/05/2017

Archivio Eventi




ANTICO MULINO AL PONTE
16 10 2017 11221338 495118190655488 272578310029117390 n
Regione: Liguria
Provincia: Genova
Comune: Rapallo
Autore della scheda: PAOLO PENDOLA
Nome del mulino: ANTICO MULINO AL PONTE
Regione: LIGURIA
Provincia: GENOVA
Comune: RAPALLO
Indirizzo Via - Strada: STRADA ANTICA DI MONTI 16 (O DA PASSO GROPPALLO)
Frazione - Località: S. MAURIZIO DI MONTI
Tipologia del mulino: Acqua
Attività del mulino: Macinatura di castagne, orzo, granoturco e grano
Proprietà: Privata
Stato del mulino: Museo
Informazioni sulla proprietà: FAMIGLIA PENDOLA PAOLO
Mulino visitabile:
Bibliografia:  
Il mulino offre ospitalità: No
Note storiche sul mulino: Sulla Strada Antica di Monti, parte dell'antica Via del Sale, che si inerpica partendo da Via Betti, nella vallata del fiume S. Francesco, vicino alla frazione di San Maurizio di Monti, è presente un gruppo di vecchie case contadine al cui interno si trovano ancora due antichi mulini ed un frantoio. Le antiche costruzioni sono precedute da un bel ponte in pietra, del tipo cosiddetto “romano”, e formano un “Complesso Molitorio" di grande interesse storico e d’arte contadina. Il complesso appartiene alla famiglia Pendola, la quale ha voluto creare, nella sua proprietà, un Museo di Civiltà Contadina per tramandare l'attività tradizionale degli avi, intitolandolo al proprio rappresentante più insigne, l'eroe garibaldino Cap. Giovanni Pendola, uno dei Mille.
Nell'edificio principale al primo piano è stata ricreata l'ambientazione originale dell'epoca in cui il posto era ancora abitato dai Pendola.
Nell'immobile di dimensioni maggiori, edificato nel XVII secolo (ma più volte ristrutturato soprattutto nel Novecento), si trova il frantoio delle olive.
Qui sono presenti tutti i dispositivi originali per la produzione dell'olio: una vasca lapidea e la macina utilizzata per la frangitura, un contenitore (in dialetto puieu) per riscaldare l'acqua per le spremiture successive, il torchio, due vasche in ardesia in cui l'olio veniva raccolto e fatto decantare.
Nelle vicinanze si trova un mulino da grano, che si serviva della stessa ruota del frantoio.
Un'altro mulino, quello per la farina di castagne, è situato in alto ed è azionato da una ruota indipendente.
Sul torrente, in basso, una piccola costruzione serviva alla raccolta dei reflui della spremitura delle olive: la “muia”.

Per eventuali contatti:
complessomolitoriorapallo@gmail.com